domenico.ruggiero06@alice.it
 
www.domenicoruggiero.it.gg
Poesie, aforismi, filosofia, foto del mondo, concorsi, matematica, personaggi, UFO.  
  HOME (biografia + extra)
  AFORISMI, Metafore, Pensieri (celebri e non) - 4
  Poesie e Racconti di D.R.
  Poesie e Racconti di D.R. - 2
  NEL NOME DI DIO (14-8-2013)
  Le fonti di energia effimera (22-8-2013)
  CONCORSI POESIA
  GALLERIA FOTO
  IL MONACHESIMO FEMMINILE NEL MEDIOEVO (F. Squeo - 13-10-2013)
  ARTICOLI di VARIA NATURA
  => Riflessioni di Leo Ferrè sulla poesia (13-05-2012)
  => UFO (da Pier Giorgio Caria) (12-03-2012)
  => Le dimissioni di Benedetto XVI ed il Manzoni (12-2-2013)
  => PAPA Frasncesco - Edizione speciale (15-3-2013)
  => La Magia del Buio (di N. Simonetti - 9-8-2012)
  => La Chiesa di Papa Francesco. Madre dell'Uomo, madre degli uomini (3-4-2013)
  => La scultura del Quattrocento fiorentino. L’alba di un miracolo chiamato Rinascimento (5-4-2013)
  => L’occhio dell’anima nell’esperienza estetica della musica (Fabio Squeo - 6-4-2013)
  => BENEDETTO CROCE: UOMO D’AMORE E DI LIBERTA’ (Fabio Squeo - 6-4-2013)
  => I colori dell’umanità. Oltre le nebbie del razzismo e della stupidità (M. Lasala - 6-4-2013)
  => ELOGIO del VINO (Fabio Squeo - 13-4-2013)
  => Karol Wojtyła. Un filosofo poeta alla ricerca dell’intima sorgente (di M. Lasala - 13-4-2013)
  => Il Messaggio Di Papa Francesco. La Forza Della Verità Sul Sentiero Della Vita (17-4-2013)
  => LA POVERTA' DELLA CHIESA (20-4-2013)
  => LA SAPIENZA DEI PAPI. ANCORA SOPRA IL GESTO RIVOLUZIONARIO DI BENEDETTO XVI (20-4-2013)
  => DANTE: PENSIERI DEVOTI DI UN CREDENTE (20-4-2013)
  => LA DIVINA COMMEDIA: I PERSONAGGI, GLI AMBIENTI, I SIGNIFICATI. (20-4-2013)
  => La Cattedrale di Ruvo di Puglia: un esempio di microcosmo nella dimensione storica dell’uomo (20-4-2013)
  => SIGMUND FREUD: UN VIAGGIO LUNGO I SENTIERI INFINITI DELL’IO (23-4-2013)
  => Federico Barocci. Il Pittore Che Seppe Far Danzare Gli Angeli (24-4-2013)
  => Blaise Pascal : La voce di un uomo che sfugge ai limiti della ragione (26-4-2013)
  => Il cammino verso il compimento dell’uomo tra amore, dono e carità (30-4-2013)
  => ZECHARIA SITCHIN: un uomo consapevole della propria extra-terrestrità (4-4-2013)
  => Passato, "Presente", Futuro (a cura di D. Ruggiero - 5-4-2013)
  => Siamo chiamati a coltivare tutti i beni della creazione. Nel lavoro, la umana dignità (5-4-2013)
  => Edouard Manet. La pittura che parla il gergo della modernità (5-4-2013)
  => Geometria e Filosofia in Giordano Bruno (di M. FRANCIOSI - 7-5-2013)
  => CyberGrace, la logica hacker nella vita di fede (7-5-2013)
  => Epistemologia della complessità in neuroscienze : L'EMERGENZA DELLA COSCIENZA (7-5-2013)
  => IL Mysterium Cosmographicus di Keplero (7-5-2013)
  => Nicola Ieva. IL pittore dei sogni e delle ombre (11-5-2013)
  => Artemisia Gentileschi. Una vita vissuta tra pittura e passione (14-5-2013)
  => L’operosità delle api come risorsa umana insostituibile (22-5-2013)
  ARCHIVIO (25-4-2013)
  Titolo della sottopagina Galleria
  Links di Domenico Ruggiero
  Contatore
  Contatti
  MESSAGGIO DI ASHTAR SHERAN
  GAZZETTA MEZZOGIORNO 22-5-2016
  Elenco links
  Sondaggi d'opinione
  Toplist
  FESTA A VILLA ANZIANI STORELLI - 2016
  FESTA AL CENTRO ANZIANI STORELLI
  NOTTE DEI POETI - DOMENICO RUGGIERO 17-6-2016
  TU CHE VEDI AL DI LA' (POESIA)
  LA BELLEZZA - di FABIO SQUEO
  PREMIAZIONE LA LUCE DELL'ARTE - ROMA
  CONCORSO POESIA PIERLUIGI GRAZIANI - 2016
  CONCORSO POESIA LEIVI 2016 - CITTA' DELL'OLIO
  LIETO COLLE - IL SEGRETO DELLE FRAGOLE 2017
  IBISKOS ULIVIERI - AGENDA 2017
  PERLE QUOTIDIANE 2017 - MONTEGRAPPA EDITORE
Copyright @ opere di Domenico Ruggiero - CITARE sempre la fonte. ........................................................
LA DIVINA COMMEDIA: I PERSONAGGI, GLI AMBIENTI, I SIGNIFICATI. (20-4-2013)

LA DIVINA COMMEDIA: I PERSONAGGI, GLI AMBIENTI, I SIGNIFICATI.

Scritta da Dante Alighieri, la Divina Commedia è il poema più apprezzato della Letteratura Italiana della quale il suo autore è massimo rappresentante. Egli vuol trattare l‟argomento del-l‟aldilà per renderlo alla portata di tutti ed è per questo che l‟opera è scritta in volgare, la lingua del popolo. Il nome “Divina Commedia” vie-ne dato da Giovanni Boccaccia, successivo al sommo poeta, ma grande ammiratore della “Com-media”, titolo originale. L‟ag-gettivo è aggiunto non solo per l‟argomento trattato, bensì perché Dante ha spinto il poema oltre i canoni dell‟epoca, a livello sti-listico e qualitativo. Inoltre nes-sun uomo ha mai parlato in un libro di Dio e dell‟aldilà, argo-mento delicato in un‟epoca come quella medievale, dove Dio è il fulcro del mondo. I personaggi citati in questa com-posizione poetica si trovano nel regno dei morti che è diviso in tre parti: l‟Inferno, dove le anime dannate subiscono pene; il Pur-gatorio in cui si purificano gli spiriti che si sono pentiti in punto di morte; il Paradiso dove ripo-sano le anime beate rimaste de-vote alla loro fede, e dove siede Dio, nell‟Empireo.

Nella prima cantica i soffi vitali delle persone sono costretti a rimanere nel peccato; nella se-

conda le anime hanno ancora la speranza di salire verso Dio men-tre nell‟ultima hanno già raggiun-to l‟apice. Tra il Purgatorio ed il Paradiso c‟è un giardino splendido chia-mato Eden. Entrando all‟Inferno Dante incontra Virgilio il quale è stato chiamato da Beatrice, la donna amata dal poeta fiorentino, per guidarlo nel suo viaggio. Centro del poema è l‟Amore di Dante per Beatrice, di quest‟ultima per il suo poeta, di Dio per l‟umanità tutta. Il primo contatto è con le anime che non hanno mai preso una decisione nella vita e sono costrette a correre dietro una bandiera senza vessillo, punte da insetti e frustate dai Diavoli: siamo nell‟Anti-Inferno. Questa pena è stata stabilita secondo la legge del contrappasso; essa prevede che ciò che di male è stato fatto in vita sia ribaltato nell‟aldilà. Per entrare nell‟Inferno vero e proprio, Dante e Virgilio devono attraversare la porta dove c‟è scritto: “Per me si va alla città dolente/ per me si va nell’etterno dolore/per me si va tra la perduta gente (…) lasciate ogni speranza o voi ch’entrate”. A queste parole Dante è terrorizzato, pian-ge ma Virgilio, paternamente, gli stringe la mano. Ogni girone è sorvegliato da mo-stri che rappresentano i peccati commessi in vita dai dannati. Il peggiore è l‟imperatore dell‟In-ferno, Lucifero, che da angelo è decaduto ed è diventata una creatura con tre facce e due ali dalle quali scaturiscono i venti che ghiacciano il lago deve si trova. Passando sul suo terribile busto, il poeta e la sua guida escono “a riveder le stelle”. Sbarcati dall‟angelo nocchiero sulla spiaggia dell‟AntiPurga-torio, Dante e Virgilio incontrano le anime condannate a girare per trenta volte il tempo impiegato a pentirsi intorno al monte del Purgatorio cantando il “Mise-rere”.

Proseguendo l‟ascensione ai sette gradoni dove si scontano le sette pene corrispondenti ai sette vizi capitali, trovano Sordello del quale è famosa l‟invettiva contro l‟Italia sconvolta da guerre e da odii fratricidi; egli abbraccia Virgilio poiché entrambi manto-vani. “Ahi serva Italia, di dolore ostello,/ nave sanza nocchiero in gran tempesta/ non donna di provincia ma bordello”. Com-menta, inoltre, la difficile situa-zione del Paese, dominato dagli stranieri, con il Papa che punta al potere temporale e con l‟Impe-ratore distante e non in grado di controllare il territorio. Il guardiano del regno è Catone l‟Uticense, che amò la libertà al punto di togliersi la vita per non sottostare alla tirannia di Cesare. In questa cantica si respira un‟aria più dolce, i colori pre-dominanti dal nero al rosso sono diventati il rosa tenue e l‟azzurro; le pene sono supportate dalla speranza di arrivare al Paradiso ed alla gioia eterna. Nel Paradiso terrestre l‟autore vede due donne, una di fronte allo specchio, l‟altra che raccoglie i fiori. Rappresentano la vita attiva e quella contemplativa, entrambe necessarie per raggiungere la gloria eterna. Dante ha dovuto abbandonare Virgilio, che ritornerà nel Limbo e, per poco tempo, sarà guidato da Beatrice, allegoria della Teo-logia, della Sapienza e della Scienza divina; la donna è vestita di rosso (amore), verde (spe-ranza), bianco (purezza). L‟ultima sostegno per il poeta è rappresentato da San Bernardo che lo introduce nel Mistero. Nel Paradiso colpisce soprattutto la Preghiera a Maria. Le parole a lei destinate sono as-solutamente bellissime e l‟im-magine della ROSA che fiorisce accendendo l‟AMORE tra Dio e l‟uomo è inimitabile ed unica. Nella “Rosa dei Beati” Dante incontra San Pietro, il quale lancia la famosa “invettiva contro il Papa, evidenziata dalla tripla ripetizione “il luogo mio” perché è il grido strozzato di una anima offesa.

In ogni regno descritto si rico-nosce un percorso che porta il poeta alla purificazione per uscire da un grave periodo di crisi interiore.

Altra particolarità è terminare, con la parola “stelle”, ogni cantica, a rappresentare la pos-sibilità di essere il divino nella semplicità; piccole luci sotto la guida di Dio con lo scopo di essere punti di riferimento per chi si perde. Strano è anche come Dante abbia sottolineato la presenza delle donne, non soltanto della “sua” Beatrice, “ l‟angelo ”, ma anche delle altre, una per ogni cantica, per un motivo semplicemente complesso: l‟AMORE. Francesca, donna dell‟amore e del tradimento, unita all‟amante così nel profondo da seguirlo all‟In-ferno e rimanere con lui nono-stante la tempesta. Pia de‟ Tolomei è uccisa dal ma-rito che amava. Beatrice, infine, è perfetta, al-legoria d‟amore e felicità. Amata da Dante, che la considera punto fisso, ha saputo ricambiarlo con affetto e sicurezza, guidandolo nel processo di purificazione. Pensiamo che la Divina Com-media sia magnifica quanto il mistero che la travolge: Dante avrà davvero compiuto quel tremendo viaggio oppure tutto è solo il frutto della sua fantasia?

CLASSE II° C – ISTITUTO COMPRENSIVO DI SESTRI LEVANTE/S.M.S. DESCALZO.

.....................................................................................................................

Bollettino n° 81 - on-line
del CENTRO LUNIGIANESE DI STUDI DANTESCHI
via P. Signorini 2 Mulazzo (Ms)
* via Santa Croce 30
c/o Monastero di S. Croce del Corvo
19031 – AMEGLIA (SP)
Presidente: Mirco Manuguerra
( 328-387.56.52  ; lunigianadantesca@libero.it

...........................................................................................


Tempo sprecato per la cultura (wasted time for culture)  
   
Button "Mi piace" Facebook  
   
Pubblicitá  
   
Guida al sito (Guide to the site)  
  Ogni giorno, quasi, il sito Vi propone qualcosa. Quindi continuate a visitarlo.... se potete... regolarmente. VOTATELO!!!!
IN CONTINUA EVOLUZIONE.
 
Le pagine (pages)  
  Secondo il titolo della pagina... l'argomento inserito è generalmente ... unico.
Ma le pagine non sono statiche. Variano con aggiunte.

N.B.
Il materiale inserito è scaricabile, ma ricordatevi di CITARE la fonte.
....................................................
DIRITTI D’AUTORE – COPIARE È REATO!

Questo blog è dedicato alle mie poesie e alla cultura , sono da considerarsi opere pubblicate ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l’autorizzazione dell’Autore. La riproduzione, anche parziale, senza l’autorizzazione dell’Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge. Si ricorda comunque che qualsiasi opera dell’ingegno è tutelata da Licenza CC, che esclude la riproduzione senza corretta attribuzione.
Molte immagini e notizie sono state prelevate dal Web. Se è stata violata qualche regola siete pregati di avvisare e saranno eliminati immediatamente. Grazie!
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07.03.2001.
 
AIUTI E CONSIGLI (help and advice)  
  Per ogni vostro suggerimento e/o aiuto vi ringrazierò perché è prezioso... per la cultura.
Datemene... e avvicinatevi al sito con tanta tranquillità.

tel. 347 6608889


domenico.ruggiero06@alice.it
 
=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=
347 6608889