domenico.ruggiero06@alice.it
 
www.domenicoruggiero.it.gg
Poesie, aforismi, filosofia, foto del mondo, concorsi, matematica, personaggi, UFO.  
  HOME (biografia + extra)
  AFORISMI, Metafore, Pensieri (celebri e non) - 4
  Poesie e Racconti di D.R.
  Poesie e Racconti di D.R. - 2
  NEL NOME DI DIO (14-8-2013)
  Le fonti di energia effimera (22-8-2013)
  CONCORSI POESIA
  GALLERIA FOTO
  IL MONACHESIMO FEMMINILE NEL MEDIOEVO (F. Squeo - 13-10-2013)
  ARTICOLI di VARIA NATURA
  => Riflessioni di Leo Ferrè sulla poesia (13-05-2012)
  => UFO (da Pier Giorgio Caria) (12-03-2012)
  => Le dimissioni di Benedetto XVI ed il Manzoni (12-2-2013)
  => PAPA Frasncesco - Edizione speciale (15-3-2013)
  => La Magia del Buio (di N. Simonetti - 9-8-2012)
  => La Chiesa di Papa Francesco. Madre dell'Uomo, madre degli uomini (3-4-2013)
  => La scultura del Quattrocento fiorentino. L’alba di un miracolo chiamato Rinascimento (5-4-2013)
  => L’occhio dell’anima nell’esperienza estetica della musica (Fabio Squeo - 6-4-2013)
  => BENEDETTO CROCE: UOMO D’AMORE E DI LIBERTA’ (Fabio Squeo - 6-4-2013)
  => I colori dell’umanità. Oltre le nebbie del razzismo e della stupidità (M. Lasala - 6-4-2013)
  => ELOGIO del VINO (Fabio Squeo - 13-4-2013)
  => Karol Wojtyła. Un filosofo poeta alla ricerca dell’intima sorgente (di M. Lasala - 13-4-2013)
  => Il Messaggio Di Papa Francesco. La Forza Della Verità Sul Sentiero Della Vita (17-4-2013)
  => LA POVERTA' DELLA CHIESA (20-4-2013)
  => LA SAPIENZA DEI PAPI. ANCORA SOPRA IL GESTO RIVOLUZIONARIO DI BENEDETTO XVI (20-4-2013)
  => DANTE: PENSIERI DEVOTI DI UN CREDENTE (20-4-2013)
  => LA DIVINA COMMEDIA: I PERSONAGGI, GLI AMBIENTI, I SIGNIFICATI. (20-4-2013)
  => La Cattedrale di Ruvo di Puglia: un esempio di microcosmo nella dimensione storica dell’uomo (20-4-2013)
  => SIGMUND FREUD: UN VIAGGIO LUNGO I SENTIERI INFINITI DELL’IO (23-4-2013)
  => Federico Barocci. Il Pittore Che Seppe Far Danzare Gli Angeli (24-4-2013)
  => Blaise Pascal : La voce di un uomo che sfugge ai limiti della ragione (26-4-2013)
  => Il cammino verso il compimento dell’uomo tra amore, dono e carità (30-4-2013)
  => ZECHARIA SITCHIN: un uomo consapevole della propria extra-terrestrità (4-4-2013)
  => Passato, "Presente", Futuro (a cura di D. Ruggiero - 5-4-2013)
  => Siamo chiamati a coltivare tutti i beni della creazione. Nel lavoro, la umana dignità (5-4-2013)
  => Edouard Manet. La pittura che parla il gergo della modernità (5-4-2013)
  => Geometria e Filosofia in Giordano Bruno (di M. FRANCIOSI - 7-5-2013)
  => CyberGrace, la logica hacker nella vita di fede (7-5-2013)
  => Epistemologia della complessità in neuroscienze : L'EMERGENZA DELLA COSCIENZA (7-5-2013)
  => IL Mysterium Cosmographicus di Keplero (7-5-2013)
  => Nicola Ieva. IL pittore dei sogni e delle ombre (11-5-2013)
  => Artemisia Gentileschi. Una vita vissuta tra pittura e passione (14-5-2013)
  => L’operosità delle api come risorsa umana insostituibile (22-5-2013)
  ARCHIVIO (25-4-2013)
  Titolo della sottopagina Galleria
  Links di Domenico Ruggiero
  Contatore
  Contatti
  MESSAGGIO DI ASHTAR SHERAN
  GAZZETTA MEZZOGIORNO 22-5-2016
  Elenco links
  Sondaggi d'opinione
  Toplist
  FESTA A VILLA ANZIANI STORELLI - 2016
  FESTA AL CENTRO ANZIANI STORELLI
  NOTTE DEI POETI - DOMENICO RUGGIERO 17-6-2016
  TU CHE VEDI AL DI LA' (POESIA)
  LA BELLEZZA - di FABIO SQUEO
  PREMIAZIONE LA LUCE DELL'ARTE - ROMA
  CONCORSO POESIA PIERLUIGI GRAZIANI - 2016
  CONCORSO POESIA LEIVI 2016 - CITTA' DELL'OLIO
  LIETO COLLE - IL SEGRETO DELLE FRAGOLE 2017
  IBISKOS ULIVIERI - AGENDA 2017
  PERLE QUOTIDIANE 2017 - MONTEGRAPPA EDITORE
Copyright @ opere di Domenico Ruggiero - CITARE sempre la fonte. ........................................................
UFO (da Pier Giorgio Caria) (12-03-2012)
....................................... miglior sito ......................................

Pier Giorgio Caria, stimato amico, grande e noto ricercatore di Verità, mi ha concesso con degli articoli  alcune strabilianti notizie (per i non addetti ai lavori) sui cosidetti UFO (in generale) e li mette a disposizione per chi volesse documentarsi in merito. Grazie.

Domenico Ruggiero 

...................................................


 

 

DAL CIELO ALLA TERRA

 SETUN SHENAR E I FRATELLI DELLA LUCE:

 I PITTOGRAMMI DELLA LUCE COSMICA


LE ONDE PENSIERO DEI NOSTRI CERVELLI, IN COMPLETA SINTONIA CON I NOSTRI SPIRITI RISVEGLIATI DALLA LUCE DIVINA MILIONI DI ANNI OR SONO, SONO LA CAUSA CHE GENERA I FENOMENI DA VOI CHIAMATI CERCHI NEL GRANO. ABBIAMO DEI SINCRONIZZATORI (SFERE DI LUCE) MOLTO SOFISTICATI CHE CI AIUTANO IN TAL SENSO. IN PRECEDENTI COMUNICATI: 

 

http://www.giorgiobongiovanni.it/index.php/messaggi-2011/3626-cerchi-nel-grano.html 

http://www.giorgiobongiovanni.it/index.php/messaggi-2010/2244-il-calice-della-comunione-cristica.html 

http://www.giorgiobongiovanni.it/index.php/messaggi-2010/2203-il-volto-sacro-di-gesu-cristo-la-sindone.html  

VI ABBIAMO DATO AMPIA SINTESI DI QUESTO PROCESSO, OGGI DESIDERIAMO ANNUNCIARVI CHE IL FENOMENO DEI PITTOGRAMMI NON È SOLO UN SEGNO DI COMUNICAZIONE TRA CIELO E TERRA, TRA NOI E VOI, MA ANCHE UNO DEI SEGNI PIÙ IMPORTANTI CHE INDICANO LA VIA DEL RITORNO DEL CRISTO SULLA TERRA.

LEGGETE E APPROFONDITE L'ARTICOLO SCRITTO DAL FRATELLO PIER GIORGIO CARIA. SE NE REALIZZERETE IL CONTENUTO POTRETE COMPRENDERE CHE MOLTO PRESTO QUESTO FENOMENO SI MANIFESTERÀ IN TUTTO IL VOSTRO PIANETA A 360 GRADI E SOPRATTUTTO NELLA TERRA DOVE È OPERANTE LA VOCE DI COLUI CHE GRIDA NEL DESERTO.

LA PACE SIA CON VOI!

SETUN SHENAR E I FRATELLI SALUTANO CON AMORE

Palermo, 20 luglio 2011
Ore 20:32

Allegato articolo: I CERCHI NEL GRANO E L'IRA SANTA DI DIO, di Pier Giorgio Caria.




PIER GIORGIO CARIA 

PIER GIORGIO CARIA


1° ARTICOLO

I CERCHI NEL GRANO E L'IRA SANTA DI DIO

di P.G. Caria.

 

Come sanno bene tutti gli estimatori del fenomeno dei “cerchi nel grano” l'Inghilterra è il principale

protagonista per numero, bellezza e complessità delle figure comparse, ma anche l'Italia ha assunto

negli ultimi anni un ruolo sempre più importante attirando l'attenzione degli esperti a livello

internazionale. Infatti anche da noi compaiono da tempo pittogrammi che rivaleggiano con i crop

circles inglesi per armonia, perfezione e complessità simbolica. A seguire vediamo i cerchi nel

grano più importanti in questi termini, comparsi sul suolo italico negli ultimi anni:














Monteu da Po (TO) 10.6.05 Poirino (TO) 17.6.06

Monteu da Po (TO) 10.6.07 Casine di Paterno (AN) 11.6.07

Villanova d'Asti (TO) 29.6.08 Varano (AN) 29.6.08

1

Cascina Martina (TO) 20.6.09 Poirino (TO) 13.6.10

È da tempo che gli esperti del fenomeno sanno che il terreno su cui si manifestano i pittogrammi è

impregnato da una misteriosa energia alla base della comparsa delle figure stesse, dalle foto

vediamo infatti che lo schema energetico misurato in un cerchio nel grano corrisponde alla forma

del crop circle analizzato:

Cerchio nel grano e schema intensità del campo magnetico corrispondente

Gli esperti sanno anche che questa energia è la causa del fenomeno dei cosiddetti “cerchi nel grano

fantasma”. Spiego brevemente per chi non lo conoscesse come si forma questo particolare effetto:

l'energia residua che ha formato un cerchio nel grano è in grado, anche a distanza di un anno, di

modificare la velocità della crescita dei nuovi semi piantati nelle aree interessate dal vecchio crop

circle, rispetto ai semi piantati nell'area non interessata da questa energia residua. Le differenti

velocità di crescita creano una figura che è indubbiamente molto approssimata rispetto all'originale

ma di sicuro effetto e che dimostra, aldilà di ogni ragionevole dubbio, la natura non umana di

questo fenomeno. Lo vediamo bene nel crop del 2009 e nel suo “fantasma” del 2010:

2

E anche in Italia è stato scoperto un cerchio nel grano fantasma grazie alle foto satellitari di Google

Earth, coordinate: N 43°34'29" E 13° 25' 57". Si tratta del cerchio nel grano comparso a Casine di

Paterno, nei pressi di Ancona, l'11 giugno 2007, di cui il crop fantasma comprova senza possibilità

di dubbi, la natura non artificiale della sua origine:

Trovate il tutto ben spiegato a questo link: http://www.faenzashiatsu.it/crop/cerchio_Casine_AN.html

Vediamo ora i cerchi nel grano più belli apparsi fino ad oggi, nel nostro paese nel 2011 cercando,

grazie anche all'aiuto dei lavori di altri ricercatori, di darne una interpretazione. Ad oggi sono circa

una decina i pittogrammi formatisi in Italia in questa stagione: alcuni destano notevoli perplessità

sulla loro reale origine, ma un paio sono decisamente convincenti.

Il primo cerchio nel grano che andiamo ad analizzare è apparso il 4 giugno 2011, nei pressi di

Braccagni, nella zona di Grosseto. Dalle foto e dal diagramma si apprezzano con chiarezza la

precisione e l'armonia della formazione:

3

Questo cerchio nel grano sembra indicare una variazione temporale, cioè una variazione nello

scorrere del tempo, infatti abbiamo 24 cerchi bicolore di piccole dimensioni nell'anello esterno e sei

nell'anello interno, che dovrebbero rappresentare la Terra, più un cerchio al centro che dovrebbe

rappresentare il Sole. I 24 cerchietti rappresentano il ciclo temporale planetario notte-giorno di 24

ore, abbiamo perciò la suddivisione della giornata di 24 ore in 6 periodi di 4 ore ciascuno. I 6

piccoli cerchi interni sono sfalsati rispetto ai 24 piccoli cerchi esterni, nonostante 6 sia multiplo di

24 (6 x 4 = 24) e quindi si sarebbero potuti posizionare in perfetto allineamento o sfasamento

mediano, con i cerchietti della corona esterna. Forse indica la variazione nella durata della giornata

derivata dallo spostamento dell'asse della Terra dovuto ai grandi eventi catastrofici degli ultimi anni,

Giappone compreso? Se così fosse dobbiamo dedurre che tali variazioni infinitesimali sono, in

realtà, molto più importanti di quanto da noi supposto, cioè in grado di apportare nei prossimi anni

effetti macroscopici e di vasta portata, al nostro pianeta. Dico questo perché se la mia deduzione è

corretta, deve essere importante il motivo che ha spinto gli esseri di luce a metterlo in evidenza con

questa formazione.

Tra l'altro i cerchi concentrici sono anche lo schema di propagazione delle onde, comprese quelle

sismiche e, considerando l'interpretazione precedente del centro di propagazione delle onde anche

come simbolo del sole, potremmo leggere che i terremoti sono direttamente influenzati dall'attività

solare.

Questo è stato visto con chiarezza nel terremoto-tsunami del Giappone dell'11 marzo 2011, dove

l'evento ha coinciso con un fortissimo picco di attività solare del 7,8,9,10 marzo come ben mostrato

dai filmati della sonda STEREO e dal diagramma seguente:

Sappiamo dalla scienza spirituale extraterrestre che il sole è non solo una stella da cui riceviamo

luce e calore, quindi il sostegno per la vita, ma anche il centro di irraggiamento spirituale, la sede

del Logos Solare Cristico e, come spiegò il contattista Eugenio Siragusa, anche il reale motore sul

piano fisico-materiale, della legge di causa ed effetto. Eugenio disse che il sole attraverso particolari

flussi di particelle da lui emesse, che gli extraterrestri chiamano “quanta-sens” , legge o meglio

misura, il bilancio energetico delle attività dell'uomo sul piano etico-spirituale, cioè il valore

dell'Amore espresso da tutti gli esseri umani attraverso le loro azioni. I “quanta-sens” eseguita la “

lettura”, tornano al sole come “quanta-memor” e se l'energia di rientro è in difetto l'astro invia

4

flussi energetici compensativi e correttivi che determinano l'attività climatica e geologica del

pianeta e la condizione fisica, psichica e spirituale dell'umanità.

E che il sole avrebbe influenzato l'umanità sin nel profondo della sua genetica, nel suo DNA, lo

hanno chiaramente annunciato i magnifici cerchi nel grano comparsi in Inghilterra il 4 luglio e il 28

agosto 2002, nei quali vediamo la corona solare a forma di doppia elica del DNA:

Da notare tra l'altro, che i due cerchi sono anche delle stelle a 6 punte, cioè il monogramma di

Cristo a significare che il cambiamento genetico che sta' subendo l'umanità è causato dal Logos

Solare Cristico, indicano quindi l'avvento di una nuova genetica umana di natura superiore, cioè

cosmico-divina. Nei cerchi nel grano era stato presentato già da tempo anche il monogramma di

Cristo come cristallo di neve, con questo splendido pittogramma comparso a Stonehenge, il 9

giugno 1997:

Nel simbolo del cristallo di neve-monogramma di Cristo, leggiamo senza problemi che Cristo è

purezza solare, cristallo d'acqua divina, via, verità e vita per l'uomo. Sola e unica fonte di salvezza

in grado di dissetare lo spirito riarso dalla mancanza d'acqua spirituale, cioè di vera conoscenza.

5

Tutto questo è stato anche previsto dalla cosiddetta “Profezia Maya” che indica il Sole quale entità

fisico-spirituale, che è centro causale dei cambiamenti epocali che stanno accadendo sulla terra e

nell'intero sistema solare. Non sarà perciò a caso che dagli studi del professor Masaru Emoto si è

visto che pronunciando la parola “Cristo” vicino a dell'acqua, il cristallo corrispondente prende

proprio la forma del monogramma di Cristo:

Il concetto di Cristo come sole spirituale lo vediamo chiaramente anche nella trasformazione del

simbolo gallico della ruota solare, nel simbolo cristiano del monogramma di Cristo:

Perciò tornando al discorso dei “quanta-sens” e “quanta-memor”, essendo oggi l'operato

dell'uomo estremamente carente in energia di ritorno al sole, intendo energia d'Amore non come

sentimento ma come attitudine etica dell'operatività umana, i flussi di riequilibrio dell'astro re

causano gli eventi catastrofici geologici e climatici e le crisi sociali, singole e collettive, di cui

vediamo un continuo incremento in numero e intensità in tutto il mondo. Tra l'altro questo

meccanismo, spiegò Eugenio, è la causa del fenomeno delle macchie solari, che gli extraterrestri

definiscono proprio “vuoti d'Amore” e la nostra scienza conosce bene la relazione tra le macchie

solari, l'attività geologico-climatica della Terra e i periodi critici dell'umanità.

Questo discorso di cui, appunto, vediamo la reale concretezza in termini pratici negli eventi

mondiali, è perciò il meccanismo attraverso il quale si manifesta in forma concreta e più facilmente

comprensibile e accettabile, la “Santa Ira” di Dio. Questo a significare che la vera scienza è la

scienza dello spirito, la scienza cioè che mette in intima e indissolubile relazione l'aspetto spiritualetrascendente

della creazione con il suo aspetto materiale-manifesto fenomenico e che potrebbe, se

ben compresa e accettata, illuminare l'uomo e guidarlo verso una cosciente, prospera e felice

evoluzione. Una sostanziale differenza con l'attuale scienza umana senza coscienza che mentendo e

imbrogliando, ci sta portando invece inesorabilmente verso una catastrofe planetaria irreversibile.

Anche le religioni che hanno tradito la loro essenza e si sono terribilmente corrotte, non sanno più e

da molti secoli ormai, dare all'uomo lume di sapienza e discernimento, illudendo e ingannando

milioni di fedeli e conducendoli in vicoli ciechi umani e spirituali senza scampo.

In base a quanto sinora detto possiamo comprendere in chiave non solo teologica ma anche

6

scientifica gli avvertimenti-ammonimenti che giungono dalla fonte divina ai messaggeri presenti

sulla terra e non sarà certo un caso che il 7 luglio 2011, lo stimmatizzato Giorgio Bongiovanni ha

ricevuto un messaggio molto importante che parla proprio dell'Ira Santa di Dio, confermando in

pieno che i fenomeni e i messaggi spirituali e cosmici sono in strettissimo connubio e provengono

dalla stessa identica fonte e sono riferiti al modo in cui si comporta l'umanità in questo tempo:

http://www.giorgiobongiovanni.it/index.php/messaggi-2011/3688-lira-di-dio.html

I concetti espressi nel messaggio precedente sono stati ripresi e ampliati in altri due messaggi

successivi ricevuti sempre da Giorgio Bongiovanni, il 10 e il 16 luglio 2011:

http://www.giorgiobongiovanni.it/index.php/messaggi-2011/3689-lira-di-dio-contro-i-suoi-nemici-parte-ii.html

http://www.giorgiobongiovanni.it/index.php/messaggi-2011/3697-lira-di-dio-parte-iii.html

Per concludere con questo primo cerchio possiamo aggiungere che è basato sul numero 3, il numero

divino per eccellenza. Abbiamo 3 cerchi in totale, 24 cerchietti nel cerchio esterno (3x8), 6

cerchietti nel cerchio interno (3x2), per un totale di 30 cerchietti (3x10) che sommati ai tre cerchi

principali (30+3) fa 33, gli anni di Cristo, il numero dell'illuminazione. Mi sembra che il divino,

rappresentato anche dal cerchio come figura geometrica, sia ben evidenziato in questo affascinante

crop circle italiano.

Il secondo cerchio nel grano che prendiamo in esame è comparso esattamente il 20 giugno 2011.

La zona interessata è ancora quella di Poirino, vicino a Torino. che si conferma essere il punto più

prolifico per la comparsa di cerchi nel grano di sofisticata fattura. Il cerchio è uno dei più belli e

complessi sinora segnalati da tutto il mondo, le sue dimensioni sono ragguardevoli, sull'ordine dei

100 metri di diametro ed è chiaramente un eptagramma, una stella a sette punte. In effetti si tratta di

una stella fiammeggiante i cui raggi sono formati da una serie di punti realizzati da grano piegato e

7

grano lasciato in piedi. Vediamo due begli esempi di stelle fiammeggianti a 5 punte comparse gli

anni precedenti nei campi inglesi:

I punti che formano i “raggi” piccoli nell'intersezione delle punte della stella di Poirino sono numeri

in matematica binaria appartenenti al codice ASCII a 8 bit, con cui lavorano i computer. Un codice

che è comparso già altre volte tra cui nel celebre volto alieno che teneva in mano un CD scritto,

appunto, in questo codice. Il messaggio decifrato dal CD, lo ricordo, diceva: “attenti ai portatori di

falsi doni e alle loro mancate promesse... molto dolore però c'è ancora tempo... siate certi che c'è

del bene là fuori... noi siamo contro gli inganni... il passaggio si sta chiudendo.” Una serie di

concetti che richiamano chiaramente la profezia Maya del 2012 e molti dei concetti sinora espressi.

Anche i codici binari del pittogramma dei Poirino sono stati decifrati e la scritta che si ottiene è:

“Ea Enki”, nomi di una antica divinità sumera.

8

“Ea” è il nome accadico di questa divinità, mentre “Enki” è il nome sumero.

Enki è una delle divinità più antiche della storia dell'umanità, è il signore della Terra, dio delle

Acque e creatore dell'umanità. È il capo di un gruppo di divinità venute sulla terra per creare e

aiutare l'uomo nel suo sforzo evolutivo offrendogli conoscenza e saggezza. È infatti anche il dio

della saggezza, di tutte le magie ed è anche dio del seme, nel senso di fecondazione, di fertilità. Da

ciò possiamo dedurre che il cerchio nel grano di Poirino annuncia che siamo in un tempo in cui gli

esseri divini provenienti dal cosmo sono di nuovo sulla Terra per fecondare la Nuova Era, la nuova

umanità. In questo attributo ritroviamo perciò il significato simbolico già incontrato nel cerchio nel

grano trattato in un mio precedente articolo:

http://www.giorgiobongiovanni.it/index.php/messaggi-2011/3626-cerchi-nel-grano.html

Il concetto di fecondazione di una nuova era di saggezza lo ritroviamo anche in un altro attributo

del dio Enki, egli era infatti il custode dei doni della civilizzazione e in quanto dio delle acque è

colui che ridà vita alla terra arida, intendendo con acqua la verità, cioè la vera conoscenza spirituale

cosmica e come terra arida lo spirito ignorante dell'umanità di oggi, estremamente carente e assetata

di vera conoscenza. Le assonanze con il simbolo astrologico della Nuova Era, cioè dell'Era

dell'Aquario, sono impressionanti, possiamo dire che hanno esattamente lo stesso significato e lo

vediamo anche dal punto di vista simbolico, Enki è infatti raffigurato come un uomo dalle cui spalle

fuoriescono due flussi d'acqua.

Ovviamente nel moderno simbolo dell'Era dell'Aquario dobbiamo intendere che l'uomo che versa

l'Acqua della conoscenza è l'uomo cosmico, cioè rappresenta gli esseri extraterrestri che stanno

visitando e istruendo la parte ricettiva dell'umanità terrestre. D'altronde definirsi umani non è un

fatto di ordine fisico, di aspetto, ma di attitudine comportamentale. Quando compiamo azioni di

solidarietà le definiamo infatti azioni “umanitarie” e in questa epoca, penso che nessuno mi possa

smentire, sono ben pochi gli esseri “umani” presenti sulla terra. Le umanità nel senso planetario

della parola, provengono per ora solo dal cosmo. È interessante notare che anche l'ultima pagina del

codice Dresda dei Maya, in cui si annuncia il contatto con le civiltà stellari in questo tempo, mostra

Acqua che si riversa dal serpente celeste, dal sole e dalla luna.

Troviamo ancora altri concetti interessanti nell'analizzare Enki quale creatore dell'umanità: suo

figlio è Ningishzidda, la sua rappresentazione è quella di un serpente intrecciato a doppia ellisse che

richiama alla mente i due serpenti intrecciati del caduceo ma anche la doppia elica del DNA umano,

concetto chiaramente avvicinabile a quello già esposto della fertilità, quindi alla nascita di una

nuova era e di un uomo nuovo di natura divina, ma anche che la nascita stessa dell'umanità è di

origine divina. Vediamo bene che i miti religiosi sono comuni a tutte le culture del nostro antico

passato. Il simbolo dei due serpenti intrecciati rappresenta nelle culture orientali la risalita delle

energie sessuali lungo la spina dorsale dell'essere umano che, se realizzata, apre i sette chakra e lo

9

porta alla coscienza divina... esattamente lo stesso discorso.

Nella mitologia sumera Enki salva l'uomo dal diluvio universale scatenato sulla terra dal dio Enlil

per distruggerlo a causa del suo comportamento disordinato. Sarà infatti Enki a insegnare

segretamente ad Atrahasis, un uomo saggio che aveva il privilegio di parlare con il dio, come

costruire una barca in cui caricare la sua famiglia, i suoi beni e gli animali, in modo da scampare al

diluvio. Dopo la fine del cataclisma Enki stesso chiederà agli altri dei di promettere di non attentare

più all'esistenza dell'umanità se essa vivrà nel rispetto della natura, usufruendo solo dei doni copiosi

che essa fornisce. Se però l'uomo avesse tradito anche questo nuovo patto gli dei sarebbero stati

liberi di devastare nuovamente la terra. Il mito di Enki è probabilmente il più antico riferimento del

Medio Oriente al diluvio universale e alla storia di Noè riportata nella Bibbia.

Il richiamo ai concetti sull'Ira Santa di Dio, già incontrati nell'analisi del cerchio precedente sono

impressionanti. Le due figure stampate nei campi di grano, di fatto, si integrano perfettamente nel

significato simbolico: dalla prima scaturisce il ragionamento che porta alla spiegazione cosmicoscientifica

del concetto teologico dell'Ira Santa di Dio, la seconda ne rappresenta lo sviluppo e

l'approfondimento sin nell'intimo, attraverso il mito di Enki Ea, dal punto di vista misticospirituale...

e non è ancora finita...

Per terminare l'analisi di questo primo dato del pittogramma di Poirino riferito ad Enki Ea,

aggiungo altre due note: lo scrittore esperto di scrittura sumerica Zecharia Sitchin affermava che le

divinità della Mesopotamia, quindi anche Enki, sono realmente esistite ed erano extraterrestri di

tipo pleiadiano, cioè alti e biondi, descrizione che sembra corrispondere a quanto lasciatoci dai

sumeri stessi. Secondo la lettura di Sitchin, Enki era figlio del dio Anu, monarca del pianeta Nibiru,

mondo da cui sarebbero arrivati i progenitori dell'umanità, gli Anunnaki. Non concordo con questa

ultima parte della teoria di Sitchin ma in quello che dice riscontro assonanze e nomi molto

interessanti, quasi brandelli di verità ancora non ben capite. Ricordo che per gli Egiziani dalle

Pleiadi arrivavano la sapienza e la saggezza.

Inoltre secondo molti studiosi della mitologia mesopotamica, da Enki sarebbe derivato Uriele, uno

dei sette arcangeli della tradizione ebraica, cioè sarebbero la stessa entità. Ricordo che il nome

Uriele significa “fuoco di Dio”, e mi sembra che i concetti, i dati e i messaggi sinora riportati

indichino che siamo realmente nel bel mezzo del fuoco solare, del Fuoco Divino dell'Ira Santa.

Per promemoria ricordo i nomi di tutti e sette gli Arcangeli con il rispettivo significato:

-Michele: Chi è come DIO;

-Gabriele: Potenza di DIO;

-Raffaele: Medicina di DIO;

-Uriele: Fuoco di DIO;

-Geudiele: Lode a DIO;

10

-Sealtiele: Preghiera a DIO;

-Barachiele: Benedizione di DIO.

Entriamo ora nel significato del simbolismo del numero 7 di cui è impregnato questo spettacolare

pittogramma ed espresso dalle tre stelle a sette punte che si compenetrano tra loro.

Il sette è un numero molto importante: abbiamo sette toni primordiali, sette colori, sette raggi, sette

giorni della settimana, i sette cieli, i sette chakra, le sette gerarchie angeliche ecc..

Il numero sette deriva dal terrestre 4: i quattro elementi, i quattro punti cardinali e quindi la terra, e

dal divino 3, la trinità. Quindi il 7 è il numero che riunisce in se la creazione spirituale, il 3, e quella

materiale, il 4. Ritroviamo perciò lo stesso concetto desunto dal precedente crop di Braccagni dove

la creazione materiale fenomenica è indissolubilmente legata alla creazione spirituale e alle eterna

legge di causa ed effetto che da essa scaturisce.

Il centro dell’eptagramma ben evidenziato dal cerchio centrale,

rappresenta anche la comunicazione tra mondi diversi, sicché

quando da questo dovesse scaturire dell’acqua fecondatrice, nel

nostro caso presente grazie al dio Enki suo signore, che con il suo

nome avvolge l'intero pittogramma, abbiamo nuovamente la

rappresentazione di una nascita, di una creazione in via di

realizzazione, con un ritorno ai centri di energia terrestri e celesti

nuovamente in equilibrio. Per risplendere di luce l’uomo deve

inserirsi nei grandi ritmi cosmici ed armonizzarsi ad essi.

Per parallelismo come le falde freatiche, da cui nascono le sorgenti,

debbono essere alimentate e rigenerate dall’acqua proveniente dal

cielo, così allo stesso modo devono essere alimentati i cicli naturali

e spirituali di rigenerazione dell’uomo.

Per l'uomo, sul piano fisico, tutta la sua vita è scandita dal numero 7: dopo il concepimento,

l'embrione rimane tale per sette settimane, la nascita avviene dopo sette lune nuove, il bambino

incomincia a trasformarsi dopo i sette anni, denti, carattere, ecc., raggiunge la maturità a 21 anni,

dopo tre cicli di sette anni. Entra nella fase della saggezza, del predominio della coscienza sulle

pulsioni del corpo, a 49 anni, dopo 7 cicli di 7 anni, periodo in cui mediamente termina anche la

fertilità per la donna... Perciò il numero 7 formato dal 3, il cielo e dal 4 la terra, indica anche l'uomo

nella sua totalità, nelle sue componenti materiale e spirituale e quest'ultima, in base ai ragionamenti

fatti precedentemente, coordina ed è causa dei cicli settenari sul piano fisico. Quindi la stella a sette

punte al centro del pittogramma di Poirino rappresenta anche l'uomo della Nuova Era la cui

componente spirituale, simboleggiata dal cerchio nel suo interno, è impregnata dell'acqua di

saggezza proveniente dagli esseri divini simboleggiati da Enki, Ea. Possiamo intendere questo

anche nel senso che l'uomo è la risultante dei tre regni inferiori minerale, vegetale animale,

11

simboleggiati dalle tre stelle incastonate tra loro, e se i tre regni sono in lui equilibrati e fecondati

dall'Acqua della verità, può accedere al regno cosmico di cui Enki è espressione. Questo concetto

possiamo trovarlo anche considerando che l'intero contorno del pittogramma è delineato da circa

150 cerchietti che ritengo possano simboleggiare le stelle e quindi il cielo, il cosmo da cui proviene

Enki nel quale predomina la stella a sette punte cioè ordinato e regolato secondo le leggi spirituali

indicate dal 7.

Il concetto della Nuova Era, della rinascita è veramente ripetuto in modo insistente in questo

pittogramma..

La stessa materia dal punto di vista delle proprietà in relazione al numero atomico, si presenta

ordinata per gruppi settenari, quindi non solo l'uomo ma tutta la creazione materiale è dominata e

ordinata dal numero sette. Perciò il sette rappresenta anche il macrocosmo e il microcosmo, cioè il

“Tutto”.

Come già detto il pittogramma è formato da tre stelle a sette punte l'una dentro l'altra, perciò

abbiamo 7x3=21, cioè l'età della maturità, quindi il messaggio è anche che i tempi sono maturi

perché tutto quanto sopra descritto possa manifestarsi, insomma: il tempo è venuto!

Il cerchi di Poirino del 20 giugno 2011 presenta sicuramente altri aspetti che potrebbero essere

ancora investigati, ma quanto desunto sino ad ora mi sembra più che sufficiente per definirlo un

incredibile condensato di simbolismi e concetti che racchiudono l'ordine microcosmicomacrocosmico

e l'intero scenario umano e spirituale del nostro tempo ma allacciato sino alle nostre

più remote origini stellari. Lo stesso utilizzo della matematica binaria usata oggi nei computer per

scrivere il nome di Enki, una delle più antiche divinità conosciute mi sembra un affascinante

esempio di questo.

Concludendo possiamo affermare senza timore che anche nei cerchi nel grano italiani è confermato

pienamente quanto annunciato dagli extraterrestri attraverso Giorgio Bongiovanni, con il messaggio

del 6 agosto 2010 nel quale gli Esseri di Luce annunciavano un profondo cambiamento del

messaggio simbolico nelle figure manifestate dai cerchi nel grano a partire dal volto del Cristo

risorto comparso in Inghilterra il 30 luglio 2010:

“...VOGLIAMO RICORDARVI CHE IL DISCORSO ED IL MESSAGGIO CHE IN TUTTI QUESTI ANNI

ABBIAMO LANCIATO ANCHE ATTRAVERSO IL “FENOMENO” DEI PITTOGRAMMI SUBISCE PER

EVOLUZIONE NATURALE UN PASSAGGIO DA IMMAGINE COSMICO-SCIENTIFICA A IMMAGINE

MISTICO-SPIRITUALE, CIÒ PER PORRE IN EVIDENZA ALLE VOSTRE COSCIENZE CHE QUESTO È IL

TEMPO CHE ANNUNCIA LA VENUTA DI CRISTO SULLA TERRA (Matteo cap. 24-30, Marco 13-26, Luca 12-40,

Apocalisse di Giovanni 1-7 ED ALTRI) E QUINDI IL TRIONFO DELLA SCIENZA DELLO SPIRITO SULLA

SCIENZA SENZA COSCIENZA.”

(http://www.giorgiobongiovanni.it/index.php/messaggi-2010/2203-il-volto-sacro-di-gesu-cristo-la-sindone.html )

Tutto questo ritengo ci debba far prendere in serissima considerazione i fenomeni trattati in questo

articolo e il messaggio in essi contenuto e soprattutto, ci deve far riflettere sulla straordinaria,

universale e profondissima esperienza che vive Giorgio Bongiovanni in quanto terminale vivente

operativo e verbale, di una volontà superiore che si manifesta a livello globale e in svariati modi, sul

nostro pianeta. Non valutarla per ciò che realmente è, aldilà dell'umana natura, anche alla luce dei

concetti sopra trattati, potrebbe rivelarsi un errore fatale per il positivo sviluppo del nostro prossimo

futuro. Un futuro carico di foschi presagi, ma anche di una speranza che è certezza per tutti coloro

che, con fede e buona volontà, hanno recepito e messo in pratica gli avvertimenti ricevuti e

attendono con le mani sull'aratro il ritorno di Colui che ha promesso di non lasciarci orfani e di

tornare in mezzo a noi con grande Potenza e Gloria, affinché l'Ira Santa, espressione della giustizia

divina, riporti Equilibrio, Pace e Amore sulla Terra.

P.G. Caria - 19 luglio 2011
12 



2° ARTICOLO

Interpretazione del cerchio nel grano del 1° giugno 2011

Anche nella stagione 2011 i cerchi nel grano non tradiscono le attese degli appassionati e dei

ricercatori. Puntuali come un orologio svizzero i pittogrammi hanno iniziato ad ornare le campagne

inglesi come ormai fanno ininterrottamente da decenni. Era così scontato ? Io dico di no, essendo

un fenomeno che scaturisce per volontà di esseri non di questo mondo l'agenda operativa di costoro

è sconosciuta, anche se possiamo supporre che ci accompagneranno sino alla fine del processo di

contatto. Un processo che ha iniziato la sua fase conclusiva l'11 luglio 1991 e che non dovrebbe

durare ancora a lungo prima del suo acme, posso credere che siamo ben oltre la metà del tempo

operativo previsto. Il primo pittogramma è apparso il 22 aprile in un campo di colza e ben presto ne

sono seguiti degli altri.

Tra questi uno in particolare merita la nostra attenzione per le sue peculiarità. È apparso il primo

giugno a Wilton Windmill e rappresenta una specie di serpente, ma ricorda anche un girino o uno

spermatozoo, sul cui corpo è incisa una scritta in codice universale Brasseur.

Il Brasseur Universal Code è un sistema di caratteri logici simbolici. Ciascuno dei caratteri logici

simbolici ha una qualità intrinseca che permette al carattere di creare un campo di energia di

risonanza armonica in base binaria. Energia, risonanza armonica... già da questi elementi posseduti

dal codice Brasseur possiamo intuire la fonte di provenienza e il perché della sua scelta. Purtroppo

la chiarezza di alcuni caratteri è incerta, nell'immagine seguente sono riportate entrambe le

interpretazioni.

Leggiamo la parola inglese “BEWARE”, le cifre “6 6 6” o “6 18 18”, il codice “SAM3”

Dal mio punto di vista ritengo che sia più logica l'interpretazione del “6 6 6”, quindi mi atterrò a

questa dicitura nel tentare di dare un senso a questo messaggio. Intanto la parola “BEWARE”

significa “ATTENZIONE”, quindi il messaggio è: “ATTENZIONE 666 SAM 3”. Ovviamente il

“666” non ha bisogno di molti sforzi per essere compreso, ne parla il capitolo 13 del Libro

dell'Apocalisse di Giovanni, dove sono descritte le bestie dell'Apocalisse, riporto la parte finale

dove compare questo numero:

11-Poi vidi un'altra bestia, che saliva dalla terra, ed aveva due corna simili a quelle di un agnello,

ma parlava come un dragone.

12-Essa esercitava tutta l'autorità della prima bestia davanti a lei, e faceva sì che la terra e i suoi

abitanti adorassero la prima bestia, la cui piaga mortale era stata guarita.

13-E faceva grandi prodigi, facendo persino scendere fuoco dal cielo sulla terra in presenza degli

uomini,

14-e seduceva gli abitanti della terra per mezzo dei prodigi che le era dato di fare davanti alla

bestia, dicendo agli abitanti della terra di fare un'immagine alla bestia, che aveva ricevuto la ferita

della spada ed era tornata in vita.

15-E le fu concesso di dare uno spirito all'immagine della bestia, affinché l'immagine della bestia

parlasse, e di far sì che tutti coloro che non adoravano l'immagine della bestia fossero uccisi.

16-Inoltre faceva sì che a tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e servi, fosse posto un

marchio sulla loro mano destra o sulla loro fronte,

17-e che nessuno potesse comperare o vendere, se non chi aveva il marchio o il nome della bestia o

il numero del suo nome.

18-Qui sta la sapienza. Chi ha intendimento conti il numero della bestia, perché è un numero

d'uomo; e il suo numero è seicentosessantasei (666).

Per l'interpretazione del codice successivo, cioè SAM3, seguiamo lo stesso criterio biblico e

prendiamo in esame il libro di Samuele, cap. 3. Qui troviamo:

Samuele 3

La chiamata di Dio a Samuele

1-Il giovane Samuele continuava a servire il Signore sotto la guida di Eli. La parola del Signore

era rara in quei giorni, le visioni non erano frequenti.

2-In quel tempo Eli stava riposando in casa, perché i suoi occhi cominciavano a indebolirsi e non

riusciva più a vedere.

3-La lampada di Dio non era ancora spenta e Samuele era coricato nel tempio del Signore, dove si

trovava l'arca di Dio.

4-Allora il Signore chiamò: «Samuele!» e quegli rispose: «Eccomi»,

5-poi corse da Eli e gli disse: «Mi hai chiamato, eccomi!». Egli rispose: «Non ti ho chiamato, torna

a dormire!». Tornò e si mise a dormire.

6-Ma il Signore chiamò di nuovo: «Samuele!» e Samuele, alzatosi, corse da Eli dicendo: «Mi hai

chiamato, eccomi!». Ma quegli rispose di nuovo: «Non ti ho chiamato, figlio mio, torna a

dormire!».

7-In realtà Samuele fino allora non aveva ancora conosciuto il Signore, né gli era stata ancora

rivelata la parola del Signore.

8-Il Signore tornò a chiamare: «Samuele!» per la terza volta; questi si alzò ancora e corse da Eli

dicendo: «Mi hai chiamato, eccomi!». Allora Eli comprese che il Signore chiamava il giovinetto.

9-Eli disse a Samuele: «Vattene a dormire e, se ti si chiamerà ancora, dirai: Parla, Signore, perché

il tuo servo ti ascolta». Samuele andò a coricarsi al suo posto.

10-Venne il Signore, stette di nuovo accanto a lui e lo chiamò ancora come le altre volte: «Samuele,

Samuele!». Samuele rispose subito: «Parla, perché il tuo servo ti ascolta».

11-Allora il Signore disse a Samuele: «Ecco io sto per fare in Israele una cosa tale che chiunque

udirà ne avrà storditi gli orecchi.

12-In quel giorno attuerò contro Eli quanto ho pronunziato riguardo alla sua casa, da cima a

fondo.

13-Gli ho annunziato che io avrei fatto vendetta della casa di lui per sempre, perché sapeva che i

suoi figli disonoravano Dio e non li ha puniti.

14-Per questo io giuro contro la casa di Eli: non sarà mai espiata l'iniquità della casa di Eli né con

i sacrifici né con le offerte!».

15-Samuele si coricò fino al mattino, poi aprì i battenti della casa del Signore. Samuele però non

osava manifestare la visione a Eli.

16-Eli chiamò Samuele e gli disse: «Samuele, figlio mio». Rispose: «Eccomi».

17-Proseguì: «Che discorso ti ha fatto? Non tenermi nascosto nulla. Così Dio agisca con te e

anche peggio, se mi nasconderai una sola parola di quanto ti ha detto».

18-Allora Samuele gli svelò tutto e non tenne nascosto nulla. Eli disse: «Egli è il Signore! Faccia

ciò che a lui pare bene».

19-Samuele acquistò autorità poiché il Signore era con lui, né lasciò andare a vuoto una sola delle

sue parole.

20-Perciò tutto Israele, da Dan fino a Bersabea, seppe che Samuele era stato costituito profeta del

Signore.

21-In seguito il Signore si mostrò altre volte a Samuele, dopo che si era rivelato a Samuele in Silo,

(4,1a)e la parola di Samuele giunse a tutto Israele come parola del Signore.

Con tutti questi elementi a disposizione possiamo ora tentare di estrapolare il messaggio di questo

particolare cerchio nel grano apparso il primo giugno 2011. Abbiamo la figura che, considerandola

uno spermatozoo, indica il concepimento, la nascita, perciò lo ritengo un simbolo che indica la

nascita della nuova era, cioè la sua nascita è prossima, la fecondazione di essa è in atto. A tale

proposito ricordo che il contattista Eugenio Siragusa diffuse un concetto importante datogli dagli

extraterrestri in relazione alle comete: erano considerate degli zoidi cosmici portatrici di una nuova

genetica ai soli. E nelle scorse settimane numerose comete hanno impattato sul nostro sole, nelle

immagini sotto vediamo due comete che hanno colpito il sole l'11 e il 21 maggio 2011. Perciò

possiamo sicuramente aspettarci un aumento dell'attività solare nel prossimo futuro.

Un anticipo di questo già l'abbiamo potuto vedere con una impressionante esplosione solare

avvenuta il 7 giugno 2011, di cui sotto vediamo l'immagine ripresa dalla sonda SOHO.

Sappiamo bene dalla profezia Maya quanto l'attività del sole sia importante nei mutamenti in atto

che ci stanno traghettando nella nuova Era.

Ovviamente non tutti sono contenti dell'arrivo del nuovo tempo, le forze oscure sappiamo bene

quanto impegno stanno mettendo nel tentativo di bloccare o, perlomeno, rallentare questo processo.

Perciò abbiamo l'avviso scritto sul pittogramma: ATTENZIONE 666. Quindi veniamo avvisati di

stare attenti alle forze anticristiche, sicuramente questa nuova e più intensa fase di cambiamento

comporterà un incremento nella forza e nell'attività delle forze negative. A tale proposito voglio

ricordare un importantissimo messaggio dato dagli esseri di luce a Giorgio Bongiovanni il 2

settembre 2010, in esso si parla del figlio di Satana, Arimane:

...COSTUI HA GIÀ PRESO CORPO ED È PRESENTE ED OPERANTE SULLA TERRA AGLI ORDINI DI SUO PADRE

SATANA-LUCIFERO. EGLI È IL VERTICE PIRAMIDALE DI UNA COMMISSIONE INTERNAZIONALE GIÀ OPERANTE

DA DECENNI NEL VOSTRO MONDO CHE HA IL COMPITO DI SCHIAVIZZARE, SOTTOMETTERE E ANNIENTARE LA

SPECIE UMANA. LA LORO FORZA: IL DENARO. LE LORO ARMI: LA GUERRA, LA FAME, LʼINQUINAMENTO E

LʼINGANNO TEOLOGICO. SONO DOTATI ANCHE DI STRUMENTI MOLTO EFFICIENTI E SPIETATI (CRIMINALITÀ

ORGANIZZATA). LʼANTICRISTO, IL PRINCIPE DELLE TENEBRE, INGANNERÀ MOLTI E SI PROCLAMERÀ MESSIA

E SALVATORE DEL MONDO.

La notizia è di quelle da far accapponare la pelle, non solo il diavolo esiste, mentre l'uomo lo ritiene

una favola, ma ha preso corpo in un importantissimo uomo d'affari di cui presto sentiremo parlare e

le sue intenzioni e quello che farà, sono ben specificate nel messaggio. Quindi l'avviso contenuto

nel pittogramma di stare attenti alle bestie dell'Apocalisse, all'Anticristo, ai numerosi inganni che

mette e metterà in atto, trova piena conferma negli stessi messaggi degli Extraterrestri.

Ricordiamo che nella profezia biblica del Vangelo, la Nuova Era, il Nuovo Regno, sarà instaurato

dopo il giudizio universale che condannerà gli operatori d'iniquità, tutti coloro che hanno attentato

alle leggi cosmiche e anche le guide che non hanno fatto il loro dovere.

La storia di Samuele mi sembra in perfetta sintonia con il discorso fatto sinora: Dio parla a Samuele

per annunciargli che punirà Eli, guida di Samuele. Nei versetti 13 e14 leggiamo:

13-”...Gli ho annunziato che io avrei fatto vendetta della casa di lui per sempre, perché sapeva che

i suoi figli disonoravano Dio e non li ha puniti.

14-Per questo io giuro contro la casa di Eli: non sarà mai espiata l'iniquità della casa di Eli né con

i sacrifici né con le offerte!”.

Perciò Dio punisce Eli in quanto padre e guida che non fa il suo dovere e sceglie un nuovo profeta a

cui parlare e annunciare la Sua volontà. Mi sembra un chiaro esempio che riflette la situazione del

mondo attuale: i figli di Dio sono disubbidienti alle Sue leggi e le guide dei popoli non solo non

fanno il loro dovere ma non ammoniscono e sono addirittura complici o peggio, dei malfattori.

Infatti le apparizioni, le comunicazioni divine ed extraterrestri, non sono state date alle guide

istituzionali dei popoli ma a persone umili e semplici, veggenti e contattisti, non compromesse con

il potere. Ricordo che Samuele era figlio di Anna, che era sterile ma che partorisce Samuele grazie

all'intervento di Dio. Quindi Dio sceglie nell'umanità spiritualmente sterile, simboleggiata da Anna,

un seme puro da cui farà nascere, scaturire, coloro che instaureranno il Nuovo Regno prossimo a

nascere.

Il commento teologico al libro di Samuele ricalca perfettamente quanto sinora espresso, vi troviamo

un nuovo regno, una nuova fase di Israele (l'umanità), nuovi e saggi re ecc.:

“Con Samuele, comincia la profezia in Israele” scrive Paolo De Benedetti. E in effetti con Samuele

comincia una nuova fase nella storia di Israele. Dopo la conquista della terra (Giosuè), dopo i

primi stanziamenti connotati da conflittualità con i popoli vicini, ma anche da divisioni tra le tribù

stesse (Giudici), ecco che ora Israele prende forma e si avvia a diventare un regno, e a esprimere

dei grandi re, che saranno Saul e Davide. Ma prima di arrivare a questo è con una storia di

sterilità vinta che il Primo Libro di Samuele ci racconta la nuova possibilità storica che si apre per

l’antico Israele. Il bambino che smentisce questa sterilità sarà Samuele, la cui storia è tra le più

letterariamente belle di tutta la Bibbia. Samuele era figlio di Anna, una delle due mogli di Elkana

lo Zufita. Essendo sterile, andata pellegrina al Tempio di Silo, una vallata tra Sichem e Rama, la

località dove abitava, implora il Signore di renderla madre, facendo voto di offrigli la sua creatura

pertutti i giorni della sua vita" (I Sam 1,12). Ottenuta la grazia, Anna impone al figlio agognato

uno splendido nome che fa capire trattarsi di una vera e propria consacrazione: Samuele in

ebraico vuole dire infatti "il nome (di Dio) è EI" (Shem-EI).

Il fenomeno dei cerchi nel grano sappiamo bene essere un fenomeno comunicativo attraverso i

simboli usato dagli esseri di luce per colpire la sensibilità e la coscienza umana. Perciò i messaggi

che ci arrivano attraverso i pittogrammi non possono essere scollegati dagli altri segni e messaggi

che ci arrivano attraverso i numerosi altri fenomeni ufologici o sacri (contattismo e apparizioni) ma

devono essere in armonia con questi e, ovviamente, con gli eventi. Cercare in queste straordinarie

figure cervellotiche quanto assurde spiegazioni, lo ritengo del tutto inutile e fuorviante. Alla luce di

ciò mi sembra che il messaggio estrapolato dal cerchio nel grano del primo giugno sia in perfetta

sintonia con gli elementi descritti.

P.G. Caria

9 giugno 2011

















Tempo sprecato per la cultura (wasted time for culture)  
   
Button "Mi piace" Facebook  
   
Pubblicitá  
   
Guida al sito (Guide to the site)  
  Ogni giorno, quasi, il sito Vi propone qualcosa. Quindi continuate a visitarlo.... se potete... regolarmente. VOTATELO!!!!
IN CONTINUA EVOLUZIONE.
 
Le pagine (pages)  
  Secondo il titolo della pagina... l'argomento inserito è generalmente ... unico.
Ma le pagine non sono statiche. Variano con aggiunte.

N.B.
Il materiale inserito è scaricabile, ma ricordatevi di CITARE la fonte.
....................................................
DIRITTI D’AUTORE – COPIARE È REATO!

Questo blog è dedicato alle mie poesie e alla cultura , sono da considerarsi opere pubblicate ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l’autorizzazione dell’Autore. La riproduzione, anche parziale, senza l’autorizzazione dell’Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge. Si ricorda comunque che qualsiasi opera dell’ingegno è tutelata da Licenza CC, che esclude la riproduzione senza corretta attribuzione.
Molte immagini e notizie sono state prelevate dal Web. Se è stata violata qualche regola siete pregati di avvisare e saranno eliminati immediatamente. Grazie!
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07.03.2001.
 
AIUTI E CONSIGLI (help and advice)  
  Per ogni vostro suggerimento e/o aiuto vi ringrazierò perché è prezioso... per la cultura.
Datemene... e avvicinatevi al sito con tanta tranquillità.

tel. 347 6608889


domenico.ruggiero06@alice.it
 
=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=
347 6608889